Pubblicazioni
Spotlight
Line by line

Aggiornamenti & storie brevi

Beyond the line

Analisi & approfondimenti

In the media

la voce della stampa internazionale

Dizionario
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
ACCEDI
Indirizzo E-Mail
Password

AccediRegistrati
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

CARITAS ITALIANA

La Caritas italiana è l'organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana (CEI) per la promozione della carità, fondato nel 1971 da Monsignor Giovanni Nervo, con il sostegno di Papa Paolo VI. La sua finalità principale, specificata nell’articolo 1 dello Statuto, è “la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana … in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica”. Tale mandato viene realizzato attraverso l’implementazione di alcuni compiti specifici:

a) collaborare con i Vescovi nel promuovere nelle Chiese particolari l'animazione del senso della carità verso le persone e le comunità in situazioni di difficoltà

b) curare il coordinamento delle iniziative e delle opere caritative e assistenziali di ispirazione cristiana;

c) indire, organizzare e coordinare interventi di emergenza in caso di pubbliche calamità, che si verifichino sia in Italia che all'estero;

d) in collaborazione con altri organismi di ispirazione cristiana:

- realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause, per preparare piani di intervento sia curativo che preventivo, nel quadro della programmazione pastorale unitaria, e per stimolare l'azione delle istituzioni civili ed una adeguata legislazione;

- promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e del personale di ispirazione cristiana sia professionale che volontario impegnato nei servizi sociali, sia pubblici che privati, e nelle attività di promozione umana;

- contribuire allo sviluppo umano e sociale dei paesi del Terzo Mondo con la sensibilizzazione dell'opinione pubblica, con prestazione di servizi, con aiuti economici, anche coordinando le iniziative dei vari gruppi e movimenti di ispirazione cristiana.

Caritas italiana è presieduta da un vescovo di una diocesi italiana, eletto dalla CEI, a cui si affiancano un consiglio di presidenza ed il consiglio nazionale. La sua organizzazione è su base diocesana:

  ogni diocesi ha creato, infatti, una Caritas diocesana, presieduta dal vescovo e diretta da un presbitero o da un laico, che collabora con le altre Caritas diocesane e con la Caritas italiana e, all’interno della diocesi, coordina le attività caritatevoli.

  Per quanto riguarda il primo protocollo di corridoi umanitari dall’Etiopia, hanno partecipato 45 caritas diocesane.