Pubblicazioni
News
Line by line

i nostri protagonisti giorno per giorno

In the media

la voce della stampa internazionale

Dizionario
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
ACCEDI
Indirizzo E-Mail
Password

AccediRegistrati
  • Dizionario
    human_lines_dictionary
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

DECRETI SICUREZZA E IMMIGRAZIONE

Decreti legge approvati dal Parlamento su indicazione del Ministero degli interni nel 2018 e nel 2019 recanti “disposizioni in materia di sicurezza pubblica, prevenzione e contrasto al terrorismo e alla criminalità mafiosa”. Per quanto riguarda l’immigrazione, i due decreti hanno apportato le seguenti modifiche:

  1. Asilo politico: vengono aumentati quel tipo di reati che annullano la richiesta di asilo politico, dopo una condanna in primo grado, portando all’espulsione immediata. I reati aggiunti sono: violenza sessuale, spaccio, furto e lesioni aggravate a pubblico ufficiale.
  2. Abolizione protezione umanitaria: sostituita con il permesso di soggiorno “per casi speciali”, che ha ancora validità annuale ma non può essere convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato.
  3. Trattenimento nei centri per il rimpatrio: raddoppiati i tempi da un massimo di 90 giorni a 180 giorni.
  4. Revoca della cittadinanza: può scattare la revoca della cittadinanza in caso di condanna in via definitiva per reati legati al terrorismo per quei cittadini italiani titolari anche di altra cittadinanza.
  5. Gli SPRAR non potranno più accogliere i richiedenti asilo ma soltanto minori non accompagnati e chi ha già ricevuto uno dei due status di protezione internazionale.

DIOCESI

In base a quanto affermato dal Codice di Diritto Canonico, la diocesi è una Chiesa locale che racchiude una porzione del popolo di Dio, affidata alle cure pastorali e all’autorità del vescovo, coadiuvato dai suoi presbiteri. Ogni diocesi è dotata di alcuni organismi, che coadiuvano il vescovo nella sua funzione pastorale. Tra questi, vi è la Caritas diocesana. In Italia ci sono attualmente 224 diocesi, 45 di queste hanno accolto i beneficiari del progetto dei Corridoi Umanitari.

DUBLINATI

I richiedenti protezione internazionale che vengono rinviati allo Stato in cui hanno chiesto la protezione internazionale, a seguito della loro presentazione di una richiesta per ottenere lo stesso riconoscimento in un altro Stato europeo. L’individuazione di questi richiedenti avviene attraverso il database europeo delle impronte digitali EURODAC, nel quale sono raccolte le impronte digitali dei richiedenti l'asilo, attraverso il quale è possibile verificare se una persona ha già presentato domanda di protezione internazionale in un altro Stato membro dell'UE e, in caso, respingerla verso quel Paese. Anche i beneficiari dei corridoi umanitari sono sottoposti a tale procedura qualora lascino il territorio italiano prima del riconoscimento della protezione internazionale e del relativo permesso di soggiorno definitivo.